I Musei Antichi

Museo Online

I musei, i luoghi che celebrano le Muse ispiratrici dell'arte, erano fiorenti già nelle civiltà più antiche. In Grecia ed in Egitto erano sorti spazi destinati ad accogliere le opere degli artisti più illustri e a Roma vi erano strade e luoghi della capitale dell'Impero nei quali venivano ospitati capolavori d'arte, in particolare provenienti della Grecia.

Anche i ricchi cultori dell'arte amavano raccogliere le opere, commissionate in veste di mecenati o acquistate, in collezioni che potevano essere ammirate dai pochi eletti scelti dal padrone di casa prima di divenire, nel corso dei secoli, fruibili al vasto pubblico.

Gli antichi musei erano, infatti, essenzialmente formati da collezioni private frutto del gusto e della disponibilità di privilegiati ammiratori di sculture, mosaici ed affreschi e per assistere alla creazione dei primi musei aperti a tutti bisogna attendere il consolidarsi della pratica delle donazioni.

A metà del Quattrocento Papa Sisto IV offrì i patrimoni conservati nel Museo Capitolino al Comune di Roma, tre secoli dopo le donazioni resero possibile la nascita del celebre British Museum, quindi soffiò il vento della Rivoluzione Francese che privò la nobiltà del vantaggio di godere in maniera riservata dei capolavori i quali divennero pubblici.

Un lungo e progressivo cammino verso l'ampliamento del pubblico dei potenziali frequentatori dei luoghi sacri alle Muse che attualmente vede il suo punto culminante nei musei online.